BANDIERA BLU 2021

Il Comune di Castagneto Carducci si aggiudica per la 27esima volta consecutiva questo importante riconoscimento, sinonimo di sostenibilità, qualità ambientale e dei servizi offerti.

 

 

 

Il Programma Internazionale Bandiera Blu (bandierablu.org)

Il Programma Bandiera Blu, Eco-label Internazionale per la certificazione della qualità ambientale delle località rivierasche si è affermato ed è attualmente riconosciuto in tutto il Mondo, sia dai turisti che dagli operatori turistici, come un valido eco-label relativamente al turismo sostenibile in località turistiche marine e lacustri.

“Bandiera Blu” è condotto dall’organizzazione non-governativa e no-profit “Foundation for Environmental Education” (FEE). Tale Programma è operativo in Europa dal 1987; con l’inizio del nuovo secolo la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale con il Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP) quindi, un Protocollo d’Intesa con l’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO), di cui è anche membro affiliato., per cui il Programma inizialmente europeo è stato esteso in 49 paesi in tutto il Mondo.

L’obiettivo principale del Programma Bandiera Blu, è quello di promuovere nei Comuni rivieraschi una conduzione sostenibile del territorio attraverso una serie di indicazioni che mettono alla base delle scelte politiche, l’attenzione e la cura per l’ambiente.

I criteri del Programma vengono aggiornati periodicamente in modo tale da spingere le amministrazioni locali partecipanti ad impegnarsi per risolvere, e migliorare nel tempo, le problematiche relative alla gestione del territorio al fine di una attenta salvaguardia dell’ambiente. La valutazione delle auto-candidature, inviate ogni anno compilando uno specifico questionario e allegando idonea documentazione a supporto, avviene attraverso i lavori di una Commissione di Giuria, all’interno della quale sono presenti rappresentanti di enti istituzionali quali Presidenza del Consiglio-Dipartimento del Turismo, Ministero delle Attività Agricole e Forestali, Comando Generale delle Capitanerie di Porto, ENEA, ISPRA, Coordinamento Assessorati al Turismo delle Regioni, DECOS -Università della Tuscia, nonché da organismi privati, quali la Federazione Nazionale Nuoto – Sezione Salvamento, i Sindacati Balneari SIB-Confcommercio e FIBA-Confesercenti , che ne condividono il fine e l’approccio metodologico. Già da alcuni anni, per la valutazione delle candidature, è stato introdotto l’iter procedurale certificato secondo la norma UNI EN ISO 9001-2000.

Il Questionario Bandiera Blu si compone di 12 sezioni, come di seguito indicato:

  1. Notizie di carattere generale
  2. La Spiaggia
  3. Qualità delle acque di balneazione
  4. Depurazione delle acque reflue
  5. Gestione dei rifiuti
  6. Educazione Ambientale ed Informazione
  7. Iniziative Ambientali
  8. Certificazione Ambientale
  9. Turismo
  10. Lo stabilimento balneare
  11. Pesca professionale
  12. Adempimenti

Di queste, la prima sezione riveste valenza meramente qualitativa, in quanto vengono richieste notizie di carattere generale, utili comunque per le successive valutazioni quantitative delle altre sezioni; viene anche richiesto un supporto cartografico del territorio comunale d’interesse, con evidenziata l’ubicazione di quelle infrastrutture necessarie per l’idoneità complessiva del sito e che saranno oggetto di verifiche successive in loco da parte di soggetti istituzionali e della FEE stessa. La FEE ha potuto contare fino allo scorso anno per le verifiche sul territorio sulla collaborazione del Comando Carabinieri per la tutela dell’ambiente per quanto attiene la depurazione,da quest’anno per le visite di verifica sui litorali Ha il supporto del Corpo delle Capitanerie di Porto.

La qualità delle acque di balneazione è un criterio imperativo: solo le località, le cui acque sono risultate eccellenti nella stagione precedente, possono presentare la candidatura. Per quanto riguarda la depurazione, solo località con impianto di depurazione almeno con trattamento secondario possono procedere nel percorso di valutazione. In particolare, inoltre, non vengono prese in considerazione località che non abbiano almeno l’80% dell’allaccio in fognatura delle acque reflue, dell’intero territorio della località candidata. Per quanto riguarda la raccolta differenziata, recentemente è stato richiesto un incremento nella percentuale di raccolta differenziata minima per l’accesso alle valutazioni.

È evidente come al centro delle diverse problematiche diversificate, è posta, in maniera trasversale, la necessità di garantire la massima vivibilità del territorio che si manifesta attraverso una serie di interventi (la depurazione delle acque reflue; la gestione dei rifiuti con particolare attenzione alla raccolta differenziata e ai rifiuti pericolosi, quali batterie esauste ed oli usati; la regolamentazione del traffico veicolare, anche attraverso l’istituzione di aree pedonali, piste ciclabili, parcheggi decentrati e bus – navetta; la cura dell’arredo ed il decoro urbano; la sicurezza ed i servizi in spiaggia).

Nel corso della stagione estiva, tutte le località insignite della Bandiera Blu, sono oggetto di visite di controllo, al fine di verificare la conformità ai criteri stabiliti dal Programma.

La partecipazione dei Comuni al programma Bandiera Blu è gratuita, sia per quanto attiene la valutazione e la certificazione che per le visite di controllo che sono totalmente a carico della FEE.

Nei venti anni nei quali il Programma Bandiera Blu ha accompagnato tanti dei Comuni rivieraschi italiani, è stato possibile verificare un’evoluzione significativamente positiva delle condizioni di vivibilità dei Comuni stessi, pur con un incremento delle pressioni esercitate dall’aumento del numero di turisti che frequentano tali località.

 


BANDIERA BLU 2020

ASSEGNATA PER LA 26^ VOLTA AL COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI

Oltre a Castagneto Carducci anche gli altri Comuni della Costa degli Etruschi hanno ricevuto questo ambito riconoscimento.

Si è svolta questa mattina (14 maggio 2020) sul gruppo Facebook “Conferenze Bandiere Blu 2020” la cerimonia di consegna delle Bandiere Blu, anno 2020.

Per il nostro comune hanno partecipato da remoto, l’assessore al turismo Cristiano Pullini e l'Assessore all'Urbanistica Valeria Bellucci, coadiuvati da Giacomo Giubbilini dell'Ufficio Ambiente.

La Bandiera Blu, assegnata all'intero litorale del Comune di Castagneto Carducci, conferma la qualità delle nostre acque e l’attenzione dell’amministrazione nella gestione delle risorse naturali e ambientali, oltre a premiare l’alta qualità dei servizi di balneazione sulle nostre coste.
La conferma della Bandiera Blu deve essere da sprono e rafforzare l'impegno dell'Amministrazione Comunale per la ripartenza della stagione balneare alle porte.

La capillarità dei servizi di salvamento a mare, la qualità delle nostre acque, la disponibilità di vasti spazi naturali incontaminati, sono fattori distintivi del nostro territorio che, con le nuove esigenze di mantenimento delle distanze interpersonali, possono trasformarsi in caratteristiche fortemente attrattive per un turismo sostenibile e sicuro.

Adesso attendiamo solo le disposizioni anti contagio che ci permettano di mettere in campo tutte le azioni necessarie per consentire l’accesso libero, gratuito e in sicurezza alle spiagge libere del nostro comune.


Bandiera Blu 2019

Assegnata a Castagneto Carducci la 25^ Bandiera Blu


Bandiera Blu 2018

A Castagneto Carducci la 24esima Bandiera Blu

 

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 41 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell'ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale.
Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio.
L’Eco-label è un attestato di eccellenza, quindi una certificazione di qualità ambientale per i prodotti/servizi che rispettano i criteri ecologici e prestazionali stabiliti a livello europeo e che hanno un ridotto impatto ambientale ed è uno strumento volontario, selettivo e garantito e controllato dalla Commissione Europea.

Il Programma Bandiera Blu, Eco-label Internazionale per la certificazione della qualità ambientale delle località rivierasche si è affermato ed è attualmente riconosciuto in tutto il Mondo, ed ha come obiettivo principale quello di promuovere nei Comuni rivieraschi una conduzione sostenibile del territorio attraverso una serie di indicazioni che mettono alla base delle scelte politiche, l’attenzione e la cura per l’ambiente.
I criteri del Programma vengono aggiornati periodicamente in modo tale da spingere le amministrazioni locali partecipanti ad impegnarsi per risolvere, e migliorare nel tempo, le problematiche relative alla gestione del territorio al fine di un’ attenta salvaguardia dell’ambiente.

.

Bandiera Blu 2017

 

23esima Bandiera Blu a Castagneto Carducci

 

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 41 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell'ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale.
Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio.
L’Eco-label è un attestato di eccellenza, quindi una certificazione di qualità ambientale per i prodotti/servizi che rispettano i criteri ecologici e prestazionali stabiliti a livello europeo e che hanno un ridotto impatto ambientale ed è uno strumento volontario, selettivo e garantito e controllato dalla Commissione Europea.

Il Programma Bandiera Blu, Eco-label Internazionale per la certificazione della qualità ambientale delle località rivierasche si è affermato ed è attualmente riconosciuto in tutto il Mondo, ed ha come obiettivo principale quello di promuovere nei Comuni rivieraschi una conduzione sostenibile del territorio attraverso una serie di indicazioni che mettono alla base delle scelte politiche, l’attenzione e la cura per l’ambiente.
I criteri del Programma vengono aggiornati periodicamente in modo tale da spingere le amministrazioni locali partecipanti ad impegnarsi per risolvere, e migliorare nel tempo, le problematiche relative alla gestione del territorio al fine di un’ attenta salvaguardia dell’ambiente.

 

.

Bandiera Blu 2016

A Castagneto Carducci la 22^ Bandiera Blu della Fee.

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno Europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 49 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell'ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un protocollo di partnership globale e riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale per l’educazione ambientale e l’educazione allo sviluppo sostenibile.Anche nel 2016 la Toscana si classifica al secondo posto per le località balneari d’eccellenza.L’iniziativa, giunta alla XXX edizione, vede ancora Castagneto Carducci, assegnatario della 22^ Bandiera Blu, collocandosi di diritto tra le Bandiere storiche della Fee.I criteri guida per l’assegnazione delle Bandiere Blu vanno dalla “assoluta validità delle acque di balneazione” (devono avere una qualità eccellente) all’efficienza della depurazione, dalla raccolta differenziata alle aree pedonali, piste ciclabili e spazi verdi. Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Obiettivo principale di questo programma è quello di indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale. Un ringraziamento particolare a tutti gli operatori economici, delle associazioni e dei cittadini tutti che con le loro azioni quotidiani, in collaborazione alle politiche ambientali attivate dall’Amministrazione Comunale, hanno contribuito, anche per l’anno 2016, al raggiungimento di questo importante risultato, che mi auguro sia diffuso in modo capillare, anche attraverso l’esposizione di immagini, bandiere e depliant specifiche che “raccontino” illustrando il significato di essere Comune Bandiera Blu.

.

Bandiera BLU 2015

 

 

Anche per questa edizione Bandiere Blu 2015 l’intero litorale Costa degli Etruschi, Livorno compreso, è stato premiato dalla FEE con il riconoscimento di spiagge Bandiere Blu. La 30^ edizione, ha confermato l’attenzione in primo luogo per quelle località le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti e per quelle amministrazioni locali che hanno prestato particolare attenzione alle attività di Educazione Ambientale, attuando progetti di risparmio energetico, iniziative di sostenibilità ambientale, promuovendo un turismo sostenibile.
Per Castagneto Carducci si è trattato appunto della 21^ Bandiera Blu e in considerazione della storicità di tale riconoscimento sarà proprio a Castagneto Carducci che si terrà l’inaugurazione dell’evento Notte Blu, promosso dalla Provincia di Livorno, in programma i prossimi 20 e 21 giugno e che riunisce in una unica manifestazione tutti i Comuni della costa livornese che hanno ottenuto l’ambito riconoscimento.

20^ Bandiera Blu per Castagneto Carducci

Nell'immagine il vice Sindaco Roberto Callaioli, assieme agli amministratori degli altri comuni della provincia di Livorno, mostra l'ambito riconoscimento il giorno del ritiro presso la sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri a Roma.

.

 

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 41 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell'ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale.
Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio.
L’Eco-label è un attestato di eccellenza, quindi una certificazione di qualità ambientale per i prodotti/servizi che rispettano i criteri ecologici e prestazionali stabiliti a livello europeo e che hanno un ridotto impatto ambientale ed è uno strumento volontario, selettivo e garantito e controllato dalla Commissione Europea.

Il Programma Bandiera Blu, Eco-label Internazionale per la certificazione della qualità ambientale delle località rivierasche si è affermato ed è attualmente riconosciuto in tutto il Mondo, ed ha come obiettivo principale quello di promuovere nei Comuni rivieraschi una conduzione sostenibile del territorio attraverso una serie di indicazioni che mettono alla base delle scelte politiche, l’attenzione e la cura per l’ambiente.
I criteri del Programma vengono aggiornati periodicamente in modo tale da spingere le amministrazioni locali partecipanti ad impegnarsi per risolvere, e migliorare nel tempo, le problematiche relative alla gestione del territorio al fine di un’ attenta salvaguardia dell’ambiente.

 

Più info visitando

www.feeitalia.org 

www.bandierablu.org