Sono trascorsi ormai più di cento anni dalla morte del Poeta da cui il nostro Comune prende parte del suo nome e sentiamo che sia venuto il momento di aprire una riflessione su ciò che questo nome significa e può comportare per la nostra comunità.
Castagneto è per questa Amministrazione non solo un luogo da amministrare il meglio possibile in nome dell’interesse pubblico e del ben-essere dei suoi cittadini, ma è un luogo dell’anima in cui fare spazio per momenti di gioia e bellezza, partendo proprio dalla sua essenza, narrata dai due nomi che porta: Castagneto – la natura e Carducci – la poesia.
Da qui nasce l’idea di offrire ai castagnetani ed ai visitatori del nostro paese l’opportunità di trovare spazi in cui poter vivere la poesia sotto le diverse forme del possibile, sotto le diverse
forme rese possibili dalla nostra fantasia e dalle nostre finanze, partendo comunque dal Polo Carducciano, costituito da Casa Carducci e dal Museo Archivio, resi visitabili e fruibili grazie alla collaborazione con l’Associazione culturale Messidoro, che propone anche visite guidate sui luoghi carducciani (Viale di Bolgheri, Cimitero di Nonna Lucia, ecc…).
Di seguito una serie di interventi pensati per disseminare di poesia il nostro territorio, perché possa essere vissuta non solo in occasione di eventi, ma anche nella quotidianità, in momenti organizzati od incontrata per caso. E poi, quale poesia? C’è chi dice che la poesia non è per tutti, noi siamo convinti che ognuno può trovare la sua poesia e che ruolo di chi amministra è anche di fornire occasioni di ben-essere e quindi, iniziamo a disseminare poesia: poesia alta e poesia pop, poesia fruita e poesia agita, perché Castagneto sia il paese della poesia.

Poesia e Poeti a teatro
La stagione teatrale che il Comune organizza in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo ha già visto l’ingresso della poesia nella sua versione “a distanza”, con “Ad alcuni piace la poesia… viaggio nella poesia italiana del’900”, di e con Gianluigi Tosto, proposto in streaming venerdì 16 aprile 2021. L’idea è di proporre almeno uno spettacolo teatrale collegato con la poesia ad ogni stagione teatrale al Teatro Roma, con l’entusiasmo di riviverlo in presenza a partire già dalla stagione 2021/2022.
Un modo per portare con noi le figure di alcuni grandi poeti è quello di invitarli a Teatro: abbiamo realizzato alcune sagome in pvc che li raffigurano e così Dante, Pasolini, Negri, Aleramo,
Quasimodo, Ariosto, Manzoni, Cardarelli, D'Annunzio, Petrarca, Leopardi, Deledda, Foscolo, Ungaretti, Merini, Trilussa, Montale, Pascoli ci faranno compagnia mentre assisteremo ai prossimi spettacoli teatrali; una nota: i poeti non sono stati scelti in base ad un qualche criterio di gusto o di priorità, ma per ragioni strettamente tecniche di riproduzione delle sagome, per cui non si offenda chi non trova il suo poeta preferito …
In autunno cadono le foglie e … piovono poesie: come anteprima della Stagione Teatrale, felici di potervi tornare in presenza, abbiamo proposto, a titolo completamente gratuito, una breve rassegna di reading poetici, realizzata in collaborazione con il Teatro dell’Aglio per le prime serate domenicali di quest’ autunno:
- DOMENICA 31 OTTOBRE, ore 17.15 LE MIE PAROLE NE LA SERA Testi da Alcyone di Gabriele D’Annunzio con Gianluca Orlandini e Stefano Agostini (flauti)
- DOMENICA 14 NOVEMBRE, ore 17.15 LE MOGLI DEL MONDO Miti antichi e moderni attraverso i Classici e la poesia al femminile di Carol Ann Duffy con Antonella Rossi e Fabio Carraresi
- DOMENICA 28 NOVEMBRE, ore 17.15 LA BALLATA DEL CARCERE DI READING di Oscar Wilde con Fabio Carraresi e Gianluca Orlandini e Elisabetta Casapieri (violoncello).
Sottolineiamo come l’ultimo reading non sia casuale, ma sia stato scelto per ricordare la Festa della Toscana, con cui la nostra regione celebra il 30 novembre 1786, la data in cui in la Toscana adottò un nuovo codice penale in cui, per la prima volta al mondo, si decretava l'abolizione della pena di morte.

La stagione teatrale con Fondazione Toscana Spettacolo prevede infine una sezione dedicata alla poesia:
primavera poetica
- venerdì 1 aprile 2022 ULISSE, NESSUNO E CENTOMILA (La figura di Ulisse nella letteratura del Novecento) di e con Gianluigi Tosto produzione Nuovi eventi Musicali : Le principali "isole letterarie" intorno alle quali navigheremo saranno il Poemetto Conviviale di Giovanni Pascoli "L'ultimo viaggio", e il romanzo dell'autore francese Jean Giono "Nascita dell'Odissea".
- giovedì 14 aprile Maria Amelia Monti S’È FATTO TARDI MOLTO PRESTO Il tempo nella poesia, nella scienza e nella canzone pianoforte e voce Massimiliano Gagliardi narrazione Edoardo Erba produzione Nidodiragno/CMC

Poesie per ogni stagione
La stagione culturale estiva ha visto e vedrà anche in futuro diverse occasioni poetiche.
Abbiamo incominciato con le “Incursioni poetiche” offerte da Fabio Carraresi che ha arricchito le tre rassegne presentate durante l’estate 2021 al Parco della Rimembranza, offrendoci la lettura di alcune poesie:
- Domenica 20 giugno ore 18, Autrici locali - Noemi Chesini “Parole addosso”, Poesie sul tema: Le madri
- Sabato 7 agosto ore 21,15, Le vie del giornalismo - Vittorio Alberti “Non è un paese per laici” e “Per un nuovo umanesimo”, Poesie di Franco Arminio
- Giovedì 5 agosto ore 21,00, I Concerti del CFDMA - Emanuele Bottai chitarra rock, Poesie di Charles Bukowsky

Sempre l’estate 2021 ha vissuto una proposta poetica “scomoda” e sfidante: la storia della vita di Pierpaolo Pasolini, raccontata attraverso le sue poesie, regalate alla nostra comunità ed ai turisti da Fabio Carraresi.
Un approccio interessante al tema della poesia è "A cosa serve la poesia, Canti per la vita quotidiana" di e con Gianluigi Gherzi e Giuseppe Semeraro, che l’Amministrazione intende proporre al pubblico. Uno spettacolo che interroga la nostra vita quotidiana, la nostra forza nell’essere presenti al presente. Due voci, due attori poeti rispondono a una domanda: “A cosa serve la poesia?”,cercando una poesia che serva la vita di ogni giorno, per sanare le ferite e aprire lo sguardo.

Poesie a scuola o a scuola di Poesia?
All’interno delle proposte di progetti educativi che l’Amministrazione delibera ogni anno a favore dell’Istituto Comprensivo G. Borsi di Castagneto Carducci – Donoratico, è stata inserita un’apposita
sezione dedicata all’educazione alla poesia.
Per l’anno scolastico 2021/2022, Istituto Comprensivo e Amministrazione Comunale aderiscono al Progetto Regionale Dante in piazza/Dante in classe, proposto da Regione Toscana in attuazione della Legge regionale 18 maggio 2021, n. 16 “Celebrazione dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri” e rivolto agli alunni delle Scuole Primarie: tutti gli alunni della Primaria di Castagneto sono stati coinvolti in un laboratorio gestito da VentiLucenti, in un percorso di avvicinamento alla poesia di Dante, fino all’evento conclusivo, che li ha visti sfilare venerdì 3 dicembre per le vie del borgo vestiti da Dante e prendere parte allo spettacolo teatrale appositamente realizzato dalla compagnia al Teatro Roma.
In collaborazione con Eda servizi, la cooperativa che gestisce la Biblioteca Comunale, le classi dell’Istituto Comprensivo interessate parteciperanno a laboratori esperenziali di in cui i bambini e gli alunni si avvicineranno alla forma di espressione “poesia”, con un approccio creativo, calibrato a seconda delle diverse età. I laboratori termineranno in tempo per consentire la partecipazione alla sezione dedicata alle scuole del:
Concorso Auser Poesia
L’Associazione di Volontariato Auser Donoratico ed il Comune di Castagneto Carducci collaborano nell’organizzazione di un Concorso di Poesia, suddiviso in tre sezioni: - una per cittadini, italiani e stranieri, maggiorenni; - una per i giovani sotto i 18 anni - una per gli studenti dell’Istituto Comprensivo. Il Concorso prevede come momento di riferimento centrale il 21 marzo, giornata mondiale della poesia.
Poesie in Biblioteca
Poesie in Biblioteca sotto molteplici punti di vista.
- La Biblioteca comunale come luogo in cui si fa poesia: il gestore della Biblioteca organizza laboratori di poesia in Biblioteca, in alcuni casi per un pubblico indifferenziato, in altri per un
pubblico di giovani.
- La Biblioteca comunale come luogo in cui si ascoltano letture poetiche, organizzando incontri di lettura di poesie di autori locali e non.
- La Biblioteca rinnova il suo patrimonio librario nella sezione poesia.
Poesie in musica
La Scuola Comunale di Musica è coinvolta nel progetto “Castagneto paese della poesia” sotto molteplici aspetti, tra i quali ad esempio: - il connubio poesia e musica costituisce un asse portante fondamentale ed è per questo che intendiamo costruire occasioni in cui alunni e insegnanti del
Centro di Formazione e Diffusione della Musica e delle Arti possano accompagnare la lettura di testi poetici; - i testi di molti cantautori figurano ormai nelle antologie poetiche e le classi di canto e di musica d’insieme sono invitate a preparare un repertorio che proponga brani di questo tipo. Poesie sul territorio
La disseminazione della poesia non può non interessare il nostro territorio e deve vedere il coinvolgimento delle donne e degli uomini che vi lavorano, contribuendo alla sua bellezza: le
aziende agricole ed i loro lavoratori, con iniziative che valorizzano le diverse culture e forme di poesia.
Una poesia per iniziare
I biglietti di auguri che la Sindaca ha sempre inviato ai nuovi nati vengono rivisti, inserendoVi una poesia.

Se i politici si occupassero un po' più di poesia e i poeti un po' più di politica, forse si vivrebbe in un mondo migliore.
(John Fitzgerald Kennedy)


Deliberazione della Giunta Comunale n. 1 del 11/01/2022 >>>>