SERVIZIO DI ASCOLTO PSICOLOGICO

Il servizio voluto dall'Amministrazione Comunale e realizzato in collaborazione con la Dott.ssa Daniela Conti, psicologa, psicoterapeuta, ha l'obiettivo di mettere a disposizione la figura di una psicologa che possa accogliere la richiesta di aiuto dei singoli soggetti, nella forma di uno o più colloqui, a seconda del bisogno.

La funzione non è quella di prendere in carico i casi e supportarli attraverso percorsi di psicoterapia ma è quella di accompagnarli, semmai , nella presa di consapevolezza di quanto è necessario per risolvere il disagio che il soggetto sta vivendo.

IL SERVIZIO È COMPLETAMENTE GRATUITO
e sarà attivo dal prossimo GIOVEDÌ 4 GIUGNO 2020
con le seguenti modalità:
- Accesso unicamente su prenotazione telefonica
- Garanzia del rispetto delle procedure di sicurezza anticovid previste dalla vigente normativa.

Il servizio sarà seguito dalla Dott.ssa Daniela Conti, psicologa, psicoterapeuta.

- Il Giovedì presso l’Ufficio del Sindaco in Via della Repubblica a Donoratico, dalle ore 11.00 alle ore 17.00
- Il Venerdì presso lo Spazio Giovani in Via della Repubblica a Donoratico, dalle ore 09.00 alle ore 13.00

Per appuntamenti e informazioni chiamare il 3456694224



Attivo dal 12 gennaio 2016 il servizio di ascolto psicologico per l’orientamento e il benessere.
Un servizio, già attivato dalla precedente Amministrazione, rivisto nella sua modalità, anche a seguito di riscontri , è rivolto agli utenti che si trovano a vivere una condizione di vita difficoltosa legata alla mancanza di lavoro o a problemi ad esso correlati (mobbing, burn out ecc.) e anche legate all’ambiente socio-familiare.
La volontà è quella di mettere a disposizione la figura di una psicologa che possa accogliere la richiesta di aiuto contingente nella forma di uno o più colloqui, a seconda del bisogno.
La funzione non è quella di prendere in carico i casi e supportarli attraverso percorsi di psicoterapia ma è quella di accompagnarli, semmai , nella presa di consapevolezza di quale sia il bisogno sottostante al disagio e dunque dirottarli nel percorso di assistenza, trattamento, terapia, inserimento ecc. il più opportuno alla soddisfazione di tale bisogno, a disposizione sul territorio comunale, provinciale e regionale.
I casi da seguire potranno essere inviati dal servizio di assistenza sociale e dall’Assessore al sociale.