Comune di Castagneto Carducci

Risarcimento danni dopo gli eventi del 5 marzo

Qui di seguito sono riportate le schede per “Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato” e per la “Ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche e produttive” con le relative istruzioni per la compilazione.

Dette schede dovranno essere compilate sia da chi ha già presentato la scheda di risarcimento danni nei giorni scorsi, sia da chi ad oggi non ha ancora presentato richiesta.

Le stesse dovranno essere presentate al protocollo del Comune (a mano, per raccomandata o per PEC) entro e non oltre il giorno 03/04/15. In quanto entro il 10/04/2015 devono essere compilate le tabelle necessarie all’invio dei dati alla Provincia.

Per informazioni in merito deve essere contattato l’ufficio tecnico comunale: Geom. Mirco Bicchielli al n. 0565/778311 – 348/8535657 e il Sig. Giubbilini Giacomo al n. 0565-778316

.

Ambiente

Responsabile:
Geom. Fusi Moreno tel 0565778308
e-mail m.fusi(at)comune.castagneto-carducci.li.it

 

 

PRINCIPALI COMPETENZE

Tutela della qualità dell’aria:inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico

Tutela della qualità delle acque: scarichi fuori fognatura, acque di balneazione

Tutela della qualità del suolo, sottosuolo: cave e bonifiche, terre e rocce da scavo

Rifiuti e igiene ambientale

Vincolo idrogeologico

Sviluppo sostenibile e certificazione ambientale 

Informazione ed educazione ambientale

Processi valutativi di V.A.S.

Vele Legambiente

Demanio Marittimo

Zanzare

Antincendio Boschivo

Protezione Civile

Abbattimento platani

Contributi fotovoltaico

Spandimento acque di vegetazione

Spandimento concimi

 

 

Efficienza della raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Entro il 2009 è obbligo di tutti i Comuni raccogliere in maniera differenziata almeno il 35% dei rifiuti (in origine tale percentuale era da raggiungere nel 2003); la nuova normativa prevede l'obbligo di raggiungere il 65% entro il 2010.

In Italia esistono molti Comuni che ottengono ottimi risultati superiori all'80% di materiale differenziato; tra le grandi città con più di 500.000 abitanti il primato spetta a Torino, che nel 2007 ha raggiunto il 40,7% di raccolta differenziata[2]. Nel 2009,invece, Salerno ha raggiunto il primato di capoluogo d'Italia con la più alta percentuale di raccolta differenziata(72%)[3].

 

Tributo speciale sui conferimenti in discarica

Il tributo speciale per i conferimenti in discarica è stato istituito per finalità prevalentemente ecologiche quali quelle di favorire la minore produzione di rifiuti ed il recupero degli stessi, di materia prima e d’energia.
Il tributo, entrato in vigore dal 1 gennaio 1996, si applica a tutti i rifiuti solidi e ai fanghi così detti palabili, conferiti in discarica e agli inceneritori senza recupero d’energia.

 

Delibera della Giunta Regionale Toscana

Allegato 1

Allegato 2