Comune di Castagneto Carducci

08/11/2017 08:41

OSSERVAZIONI AL PIANO DI PROTEZIONE CIVILE INTERCOMUNALE

Il nuovo Piano di Protezione Civile Intercomunale, che riguarda i Comuni di Cecina, Bibbona, Castagneto Carducci e Rosignano Marittimo - capofila della gestione associata – si sta configurando nella versione definitiva, che terrà conto delle osservazioni dei cittadini.


Il nuovo Piano di Protezione Civile Intercomunale, che riguarda i Comuni di Cecina, Bibbona, Castagneto Carducci e Rosignano Marittimo - capofila della gestione associata – si sta configurando nella versione definitiva, che terrà conto delle osservazioni dei cittadini.
E’ infatti possibile per chiunque sia interessato nei quattro comuni inviare osservazioni entro il 2 gennaio 2018 alla versione di testo in bozza, adottata dai quattro Consigli Comunali (a Rosignano con DCC n. 122 del 28/09/2017, a Castagneto con DCC n. 91 del 29/09/2017, a Cecina con DCC n. 66 del 30/09/2017 e a Bibbona con DCC n. 46 del 19/10/2017).

Il Piano con i relativi allegati è stato pubblicato il 2 novembre sul sito dell’Ufficio Comune Bassa Val di Cecina della Protezione Civile, link http://www.pcbassavaldicecina.it/?page_id=6149 dove è disponibile per la consultazione ed è depositato presso l’Ufficio Comune di Protezione Civile in via Gramsci, 80 a Rosignano Marittimo, dove si può visionare nei giorni di apertura al pubblico (il martedì ore 9-13 e 15,15-17,15, il venerdì ore 9-13).

Le osservazioni in forma scritta si possono inviare entro 60 giorni dalla pubblicazione mediante: posta elettronica certificata all’indirizzo: comune.rosignanomarittimo@postacert.toscana.it, oppure tramite servizio postale con raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Comune di Rosignano Marittimo, via dei Lavoratori 21 - U.O. Manutenzioni e Protezione Civile (fa fede la data di spedizione, comprovata dal timbro dell’Ufficio Postale accettante), oppure si possono consegnare  all’Ufficio Protocollo allo stesso indirizzo (Via dei Lavoratori, 21 a Rosignano Marittimo), oppure mediante gli altri mezzi previsti dai Comuni associati nei loro avvisi (consultare i relativi siti istituzionali).

Una volta raccolte ed esaminate tutte le osservazioni, sarà redatta la versione finale del Piano Intercomunale che sarà sottoposta all’approvazione dei Consigli Comunali delle quattro amministrazioni associate.